Mangiare
Menù di Carne
La tradizione sarda.
I piatti che compongono il nostro menù di carne, sono sapientemente fatti con solo materie prime Locali o di Provenienza Aziendale.

E' un grande piacere per noi trasmettere a tavola tutto l'impegno profuso durante l'anno per produrre cibi genuini della massima qualità e rigorosamente Biologici. Il nostro impegno, che continua nel tempo, sta nel preparare ottimi piatti all'insegna della tradizione ma con un tocco personale che ci contraddistingue.
Antipasti freddi.
Sono costituiti da prosciutto crudo pepato (che portiamo a stagionare in montagna), guanciale e pancetta, salsiccia stagionata con finocchietto selvatico, olive sott'olio, formaggio pecorino semistagionato, ricotta salata (lasciata stagionare ai piedi del Montalbo);
Carpaccio di Bue rosso Sardo; Tagliere di formaggi del pastore.
Antipasti caldi.
Trippa d'agnello al tegame, fegatini alla sarda, involtini di "pane lentu"
Primi piatti.
Maccarrones de Punzu alla Campidanese (con ragù di salsiccia fresca e stagionata), Ravioli di Ricotta nostrana al sugo di pomodoro fresco e basilico, Ravioli di formaggio nostrano con crema di funghi locali e pancetta croccante, Gulurjones con burro nostrano e salvia fresca, Tortelli d'agnello in crema di Carciofi locali.
Primi piatti: Specialità
Sa Suppa Siniscolesa è un piatto antico fatto solo in occasioni particolari.
La sua lavorazione e cottura richiedono circa 5 ore di lavoro. E' composto di diversi strati di un pane particolare imbevuto nel brodo, cui è aggiunta una salsa con tre tipi di carne e formaggi di diverse stagionature. L'ultimo strato in cima è cosparso di abbondante formaggio che alla fine della lunga e lenta cottura diventa croccante. Anticamente (oggi solo in occasione di alcune sagre) era cotta direttamente sotto la brace incandescente.
Primi piatti: Specialità
Ravioli di ricotta con salsa all'Ischidale, rucola e guanciale.
Questo particolare primo piatto che potrete gustare solo da noi, è fatto esclusivamente nel periodo di luglio e agosto, questo perché l'Ischidale (formaggio fresco acidulo che si ottiene al posto del classico formaggio pecorino) e possibile ottenerlo solo in questi mesi in cui l'erba molto secca dà qualità molto particolari al latte.
Secondi piatti.
Agnello alle olive e finochietto selvatico, Pecora al tegame, capretto arrosto, Costata di vitello alla griglia, Tagliata di filetto di vitello con spinaci freschi e pecorino, Filetto di vitello alla brace, Coniglio nostrano ripieno, con spinaci freschi e cavolo croccante.
Secondi piatti: Specialità
“La pecora in cappotto” è un piatto composto di carne di pecora, patate e cipolle il tutto fatto cuocere a fuoco lento con tante erbe nostrane e da cui si ricava anche un ottimo brodo. E' un modo molto saporito per gustare la carne di pecora, ed è una delle pietanze più antiche e apprezzate del nostro paese.
Secondi piatti: Specialità
Il porcetto arrosto al mirto è uno dei piatti forti in tutta la Sardegna anche se purtroppo in molti ristoranti o agriturismo si può gustare solo previa prenotazione.
Nella nostra zona, a differenza di altre, è fatto arrostire davanti alla brace per circa tre ore e servito su un letto di foglie di mirto che gli conferiscono sapori e profumi molto
particolari.
Contorni.
Patate novelle arrosto, insalata mista del nostro orto, verdure fresche alla griglia, verdure fresche del nostro orto al tegame.
Dessert.
Ampia carta dei dessert giornaliera tra cui: Seadas al miele di eucalipto, meringata al caramello, semifreddi, mousse di ricotta in salsa di fragole fresche, mousse di ricotta al miele millefiori, mousse al cioccolato e confettura d'arancie e tanti altri dessert del giorno!